Neo-mamma stressata = figlia nata

Una ricerca pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas), svolta della Columbia University (Usa), ha mostrato come le mamme fisicamente stressate durante la gravidanza hanno una maggiore probabilità di partorire figlie femmina. Lo studio si è svolto su un piccolo gruppo di donne incinte (187, tra i 18 e i 45 anni), di cui il 17% soffriva di stress psicologico (ansia e depressione), e il 16% di stress fisico accompagnato da una dieta troppo calorica, mentre il restante 67% si sentiva rilassata. Ebbene, le donne sofferenti di stress fisico hanno generato 4 maschi per 9 femmine nate, mentre quelle con stress psicologico 2 maschi ogni 3 femmine.

Secondo i ricercatori, la cosa è dovuta al fatto gli embrioni femmina siano più resistenti allo stress, mentre quelli maschio sono più sensibili alla sollecitazioni ambientale.
Una tesi avvallata anche dagli esperti di demografia, che hanno rilevato come in situazione di stress collettiva, per esempio nel caso dell’attentato alle torri gemelle, il numero di femmine nate aumenta.

Potrebbe quindi trattarsi di un meccanismo di sopravvivenza della specie.

Potrebbero anche interessarti

Clicca per votare quest'articolo
[Totale: 1 Media: 3]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *