Linux: l’alternativa informatica

Tempo di lettura: 2 minuti

Se hai un minimo di passione per l’informatica, il sistema operativo Linux fa sicuramente al tuo caso, semplicemente perché permette di sperimentare. Ciò è garantito dal fatto che, a differenza dei due sistema operativi commerciali più venduti, Windows e Apple, il codice sorgete che lo ha generato è ‘aperto’, libero.

Sono anni che sperimento con Linux, ma in passato ho avuto anche un paio di computer Apple.

Al momento ho un pc portatile con installato Windows 10, che utilizzo raramente. Ho, inoltre, un vecchio pc scartato da un amico, che ho recuperato e utilizzo per sperimentare con Linux. E finisco sempre per usare quello.

Anche perché, quando sono davanti ad un pc Window e Apple, non so come e perché, mi coglie una sorta di tristezza, a causa dei colori ed i suoni utilizzati, la maniera di gestire delle cose e quell’essere un sistema ‘chiuso’, senza via d’uscita. Ho, inoltre, come la sensazione di non evolvere in termini informatici ed essere bloccato in un sistema che dipende da decisioni commerciali, anziché umane. Sia chiaro, che sono sistemi molto pratici dal punto di vista commerciale, ma tengono a portati nel ‘loro mondo’, legandoti a loro, anziché lasciarti libero.

Con un sistema aperto come Linux, invece, torna il divertimento. Il livello di personalizzazione dell’interfaccia grafica è altissimo, e tutto può essere impostato secondo i propri gusti (quello nella fotografia è la mia ‘Scrivania’ del computer). Hai, inoltre, la sensazione fisica d’essere più al sicuro in termini informatici, non solo in caso tu debba fare un’operazione bancaria tramite internet.

In questi giorni, in particolare, sto sperimentando la Remix MX Linux del mitico FrancoFait. Con il termine remix, s’intende una versione alternativa rispetto all’originale. In questo caso, il sistema operativo originale è Mx Linux, ed è stato ‘remixato’ dall’informatico FrancoFait, installando tutta una serie di programmi utili per svago e lavoro. FaitFranco si è poi occupato di rendere installabile la remix che ha creato, in modo una distribuzione sia pronta all’uso.

Basta scaricare il pacchetto e creare una chiavetta USB con il sistema operativo avviabile, per installarla sulla vostra macchina.

E finalmente avrete un computer che vi da soddisfazione e vi lascia liberi di nuotare nell’oceano informatico. MX è un sistema operativo stabile, basato sull’ultima versione di Debian Linux, con software aggiuntivi creati dalla propria comunità. Coniuga eleganza nel desktop, con efficienza e semplicità di configurazione, solidità nelle performance e un’impronta energetica media.

MX Linux è originariamente distribuito con interfaccia grafica XFCE, leggera ed efficiente anche su pc datati. La remix di FaitFranco, è invece equipaggiata con con interfaccia grafica Mate, ma nulla vi impedisce, in caso abbiate una macchina performante, d’installare gestori grafici più accattivanti, come la KDE.

Nella remix, trovate programmi di tutti i tipi, utili per audio e video, la grafica, i giochi, l’ufficio, la programmazione, l’istruzione, la navigazione in internet e le utilità di sistema. E potrete semplicemente installarne altri, liberi e gratuiti come il sistema operativo linux, attraverso il gestore dei pacchetti MX o quello universale .

Potrebbe interessarti l’articolo “Keepass per gestire le password

Secondo i dati della rivista DistroWatch, che si occupa di monitorare le varie distribuzioni Linux disponibili nel vasto panorama, MX è quella più consultata all’interno del sito.

Ed ora che l’ho provata, capisco il perché. Per la serie, provare per credere!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi