Installazione e post-installazione di Ubuntu Studio 20

Tempo di lettura: 2 minuti

Ho installato Ubuntu Studio sul portatile lenovo e gira che è una meraviglia. Un fratello rastafari mi ha scritto su facebook d’usare da tempo questa applicazione e ho voluto testarla. Qualche hanno fa l’avevo intravista, ma sottovalutata.

E finalmente mi sono riaperto, togliendo Windows. Una sensazione di benessere mi ha colto e riportato alla realtà. Per la serie, ci vuole il coraggio d’usare l’informatica libera!

Come descritto sul sito internet della distribuzione, si tratta di un sistema operativo per persone creative. E guardando alla mia storia personale, ho pensato che potrebbe essere quello giusto per me. Si tratta di una distribuzione ricca di programmi per la gestione di file audio, la fotografia, i video, la grafica e le pubblicazioni.

Ho quindi provato ad installarlo, ma al primo riavvio lo schermo era completamente nero. L’errore in fase d’installazione era determinato d’aver optato per l’installazione anche dei programmi con licenza proprietaria per la gestione delle periferiche grafiche, Wifi, Flash, Mp3 e altri formati.

Ho quindi installato nuovamente il sistema operativo, questa volta scegliendo solo di scaricare gli aggiornamenti, e al riavvio tutto è andato liscio.

Ubuntu Studio ha un bell’aspetto e offre un pacchetto software preinstallato consistente. Inoltre, uno dei vantaggi d’usare una distribuzione Ubuntu, è determinato dal fatto ci sia una vasta documentazione online per gestire le casistiche. Questo, perché Ubuntu è una delle distribuzioni linux più utilizzate.

Nel post-installazione, ho quindi installato i codec audio-video, i caratteri microsoft (di base, come Arial e Time New Roman), adobe flash e vari plugin che non ero riuscito ad installare al primo tentativo, digitando un unico comando dal Terminale:

$ sudo apt install ubuntu-restricted-extras p7zip

Durante l’installazione viene chiesto d’accettare l’installazione dei caratteri microsoft, e bisogna dare l’Ok.

Ho quindi digitato il seguente comando per riprodurre DVD Video:

$ sudo apt install libdvd-pkg libdvdread4 python3

Al termina della procedura, un messaggio a Terminale invita al seguente comando, ed a confermare la ricerca automatica degli aggiornamenti:

$ sudo dpkg-reconfigure libdvd-pkg

Ho quindi installato l’openjdk e il plugin per il browser:

$ sudo apt install openjdk-8-jre icedtea-8-plugin

E tutto funziona che è una meraviglia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi