cannabis

E’ ora di piantarla

Tempo di lettura: < 1 minuto

Questa settimana il prezzo del petrolio, soprannominato “l’oro nero”, è andato sottozero. La fonte numero uno di guerre e inquinamento, è valsa meno di niente. Ciò significa che il sistema è in piena crisi economica, similmente al 1929, ed ha toccato il fondo.

Gli anni ‘20 furono caratterizzati dal proibizionismo dell’alcol (1920-1933). La canapa sostituì in qualche modo l’alcol, e furono soprannominati anni ruggenti. Ci fu l’emancipazione femminile, che non doveva sopportate la violenza maschile indotta dagli alcolici, e del jazz afroamericano.

Giunta la crisi, il governo americano, cercando di generare nuove entrate fiscali, decise di legalizzare l’alcol. Nel frattempo, con la fine dello sfruttamento dell’uomo nero, l’uomo bianco, amante dell’alcol, spostò la sua frustrazione alcolica sullo sfruttamento dell’oro nero.

Nel 1937 fu quindi sancita la proibizione della cannabis (la canapa), soprannominata ‘l’oro verde’. La canapa è alimento, carta, tessuto, bioplastica, bioedilizia, medicina, cosmetica, carburante, automobili, depurazione d’aria e terreno, e spiritualità.

Senza la canapa, il vizioso alcol è giunto in ogni angolo del mondo, e il pianeta, complice lo sfruttamento dell’oro nero, è finito nel baratro.

Non resta che legalizzare la virtuosa cannabis, per generare nuove entrate fiscali, posti di lavoro e curare le nazioni. Perché è l’unica risorsa naturale in grado di portartici alla transizione energetica di cui il pianeta ha bisogno. Dalla canapa può arrivare la vera riconversione ecologica dell’economia, per un modello che porti l’umanità ad un’autosufficienza pienamente ecosostenibile.

I settori e posti di lavori che stanno andando persi con la crisi del Coronavirus, posso essere rimpiazzati dalla cannabis, che è un importante generatore d’entrate. Basta che lo stato smetta di subappaltare la vendita di cannabis alla criminalità organizzata.

Ed è dunque dalla canapa che bisogna ripartire, per il cambio di paradigma e inversione di tendenza che tutti auspicano.

È la legge del Tao.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi